Salute e Benessere

SPECIALE ELETTROSMOG




Forse avete già sentito parlare di elettrosmog.

Vi sarà capitato di leggere qualcosa riguardo la pericolosità di vivere vicino ai tralicci dell'alta tensione oppure di essere benevolmente rimproverati perchè avete il vostro cellulare in tasca vicino al cuore o nella tasca anteriore dei pantaloni o ancora di lavorare poggiando il vostro pc laptop sulle gambe. Forse siete già a conoscenza del fatto che ogni elettromestico, pc, tablet, cellulari, reti elettriche, wifi, gps producono campi di energia elettromagnetica.


L'Elettrosmog costituisce una forma di inquinamento ambientale sempre più diffuso che diminuisce salute, forza fisica e mentale in modo subdolo perchè non facilmente riconoscibile, da che è inodore, insapore ed invisibile.



Un prezzo molto caro da pagare in conseguenza dell'evoluzione tecnologica dell'umanità, in termini di salute e di riflesso, quale costo sanitario e sociale che ne deriva. Troppo frequentemente il progresso è stato pagato con danni irreparabili alla salute. Troppo spesso, in nome del benessere economico, si ha bisogno di consumare ad ogni costo.

L'inquinamento atmosferico è sotto particolare osservazione dagli anni 70 ed è stato oggetto di studi e campagne di sensibilizzazione a tutti i livelli scientifici e decisionali del pianeta. E l'elettrosmog? A onor del vero, ogni tanto i media confezionano qualche servizio, dedicano qualche minuto a questo rischio, ma in modo troppo superficiale e lasciando in sospeso molti dubbi. Le amministrazioni pubbliche sempre più si occupano di inquinamento ambientale, ma le sentite parlare mai di inquinamento acustico per esempio? E di elettrosmog?

Sarebbe bello se un giorno l'inquinamento atmosferico potesse essere utilizzato in qualche modo a nostro vantaggio. In fondo, in natura, le piante, gli alberi, considerati il polmone del nostro pianeta perchè produttori di ossigeno, si nutrono anche di anidride carbonica per elaborare il loro processo di fotosintesi, rilasciando ossigeno. Purtroppo però, l'anidride carbonica è solo uno degli elementi prodotti dall'inquinamento, nocivi per l'uomo.

Si parla sempre più di energie alternative, di ecocompatibilità, cicli ecosostenibili, di fotovoltaico, eolico, solare termico, bio energia e ciò costituisce un'ottima notizia per il pianeta e per il contenimento dell'inquinamento atmosferico. In moti casi però questi sistemi producono comunque energia elettrica che serve ad alimentare le macchine che producono elettrosmog.

Dagli anni novanta la domanda di energia, in particolare di energia elettrica è in continuo aumento, così come sono in aumento gli strumenti ed elettrodomenstici presenti in ogni famiglia, per arrivare al pc, tablet, smartphone, alle reti cellulari, gps e wifi.



L'ELETTROSMOG costituisce un inevitabile scoria della crescente diffusione di strumenti domestici e tecnologici, reti elettriche domestiche, idustriali e infrastrutture con cui siamo a contatto ogni giorno e per lunghi periodi, in molti casi 24 ore su 24. Si può dire che tutto ciò che è alimentato da corrente elettrica produce CAMPI ELETTROMAGNETICI e quindi, in quantità differenti, elettrosmog, un nemico invisibile pericoloso, una spazzatura senza odore. Potremmo mai arrestare il progresso per questo?


Immaginiamo per un attimo se questa spazzatura potesse essere "riciclata", esattamente come l'uomo ha imparato a trasformare gli scarti di lavorazione, i rifiuti domestici, la carta, il vetro, i rifiuti organici ecc., ricavandone in alcuni casi anche nuova energia. L'elettrosmog è energia. In fondo A.Einstein ci ha insegnato che l'energia non si crea, non si distrugge, si può solo trasformare.

Sarebbe davvero paradossale pensare ad uno scenario in cui l'elettrosmog diventasse una fonte di "energia pulita" o addirittura una fonte di salute, benessere ed "energia vitale". 

Troppo bello per essere vero! ...e se fosse possibile?  ..e se esistesse in natura qualcosa in grado di farlo? Forse sarebbe la scoperta del secolo! Forse sarebbe anche una grande opportunità economica, il business perfetto! Per una volta il progresso convergerebbe non solo con il profitto, ma anche con la salute ed il benessere fisico, senza il pericolo di conflitti di interesse.

Scopri come proteggerti dall'elettrosmog e vivere in armonia 

con le onde elettromagnetiche naturali e artificiali

Come proteggersi dall'elettrosmog


Nessun commento:

Posta un commento

Segui 24milacase su

Inostri blog immobiliari